30 Novembre 2022
News

Con i sacerdoti Caracciolini nasce l'intesa Burundi-Congo per la cooperazione

Diario africano. Oggi qui comincia il fine settimana. La mattina è passata preparandoci all'arrivo degli amici sacerdoti Caracciolini che hanno intrapreso un viaggio di due giorni con i mezzi pubblici solo per venire a trovarci! Prepararci significa, come al solito, riorganizzare gli spazi per l'accoglienza e per lasciare le due camere disponibili al piano ai due sacerdoti, ho con reverenza deciso di spostarmi a dormire nella stanza che fu di don Enzo, al piano superiore. Non nascondo l'emozione e la sorpresa nel vedere la mole di documentazione conservata sulla sua scrivania, rimasta carica di progetti storici e recenti, anche purtroppo solo immaginati, in quell’ordine caratteristico di Enzo, come se il tempo si fosse fermato, fosse in attesa.
Trovati 20 litri di gasolio, così possiamo organizzare la missione a Ryarusera per mostrare le opere realizzate a Padre Jean Claude, responsabile delle missioni Caraccioline in Africa, che nel frattempo è arrivato nella nostra sede con un suo confratello, nonostante fossimo ad attenderlo in una caotica stazione di mini bus all'interno di colorato e brulicante mercato.
Dopo una bella chiacchierata esplorativa, incentrata sulla differenza fra i due paesi, Burundi e Congo e un dopo cena avventuroso, alle prese con una moltitudine di partecipanti alati non invitati, abbiamo lasciato che i due religiosi andassero a riposarsi per affrontare un viaggio non lunghissimo, ma su strade, diciamo: vibromassaggianti.
Domani insieme capiremo se ci sono possibilità di pensare e realizzare azioni e sinergie comuni in favore degli ultimi di questi due paesi.
Oggi vi rinnovo il mio abbraccio africano!
Tiziano La Rovere, presidente di Dapadu

www.buongiornissimo.it
cookie